Area Anno A (Fano)

Le tue parole in me

XII Domenica t.o. - A

Questa immagine fa parte della raccolta Disegni di Fano per fare catechesi e religione in casa

Clicca per vedere l'immagine a grandezza intera  (2450 × 3203 pixel, dimensione del file: 787 KB)

Alcune chiavi di lettura dell'immagine

Il Vangelo è carico di amore. Così è il Padre che ci rivela il Figlio mediante l'azione del suo Spirito. Amore che si dispiega in tutta la sua creazione. Amore per gli uccelli, per i passerotti, per tutte le creature. Amore per ogni uomo e donna, bambino e anziano, giovane e di mezza età. Amore nella diversità e nell'autenticità.

Cantiamo dai tetti, dalle torri, l'entusiasmante avventura di trasmettere la nostra fede, di essere umili portavoce del Vangelo. Rallegriamoci con così tanta vita e così tante storie. E coraggio. Vale la pena volare sentendo così tanto amore.

traduzione dal blog di Kamiano

Temi: annuncio, evangelizzazione, gioia, testimonianza, #CateReliFano

Visualizza Mt 10,26-33

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli: 26Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. 27Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. 28E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo. 29Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. 30Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. 31Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri!

32Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; 33chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli.

Autore: Patxi Velasco Fano  (home page 1 - home page 2)

Visualizza tutte le 17 immagini relative a Mt 10,26-33